mercoledì 2 luglio 2014

COLLABORAZIONE WELEDA

Tempo fa sono stata contattata dalla responsabile di Weleda Italia, colpita positivamente dalla mia recensione sulla Crema Fluida Trattamento rigenerante al melograno (eccola qui, se vuoi leggerla). In quell'occasione mi ha spiegato come utilizzare al meglio la confezione senza sprecarne neanche un pochino, grazie al particolare packaging, e poi mi ha proposto di provare altri prodotti del marchio.
Ho così ricevuto alcune minitaglie e campioncini che ho provato nel corso di questi mesi.



Intanto vi descrivo brevemente l'azienda, ma credo che la maggior parte di voi la conosca da tempo: le sue origini risalgono al 1921 ed è legata ai nomi di Rudolf Steiner e Ita Wegmar. Weleda ha sede centrale ad Arlesheim, in Svizzera, ma è presente in 36 paesi del territorio mondiale; è inoltre menbro dell'UEBT (Union for Ethical Biotrade), associazione no-profit che promuove il sourcing with respect, ovvero l'approvvigionamento rispettoso delle materie prime, sostenendo la conservazione della biodiversità. Nascono così prodotti privi di coloranti, conservanti, essenze di origine sintetica ma ricchi di olii essenziali e pure sostanze vegetali.
Veniamo adesso a ciò che ho provato. Mi è piaciuto tantissimo il latte detergente comfort della linea Amande: adatto anche alle pelli più sensibili, è privo di profumo, se non un leggerissimo odore di mandorla, e toglie via il make up in maniera delicata. Pur essendo a base di olio di mandorle dolci, io non l'ho trovato comedogenico. Altro giudizio positivo sul contorno occhi levigante alla rosa mosqueta. Anche se non amo il profumo di rosa nei cosmetici, quello del contorno occhi non era persistente. La cremina, che ho applicato ogni sera, si assorbe bene e la mattina successiva il contorno occhi è ben idratato e le rughe di espressione attenuate. Nella triade dei prodotti che mi hanno maggiormente colpita rientra, infine, la crema fluida alla calendula (di questa linea avevo già provato il Babywash corpo e capelli: qui la review): profumo fantastico, consistenza leggera. Idem per le altre creme fluide provate in bustine monodose: melograno (già ampiamente conosciuta), olivello spinoso (dal lieve odore agrumato), limone e rosa (quest'ultimo meno gradito al mio olfatto). Poi, gli olii per il corpo: poiché non ho la pazienza e la voglia di spalmare e massaggiare, soprattutto durante l'estate, ho preferito miscelarli con un po' di olio di cocco e zucchero di canna per uno scrub profumato ed efficace! L'olio rilassante alla lavanda, il trattante all'olivello spinoso e il rigenerante al melograno sono quelli che ho preferito.



Ho usato il trattamento giorno tonificante all'iris, con finissimo olio di jojoba e cera d'api, la mattina, come base per il trucco. Anche se è più adatta alle pelli secche e disidratate, non è pesante né unge.
Veniamo adesso alla nota dolente: i miei capelli e gli shampoo Weleda non vanno d'accordo. Sia lo shampoo equilibrante al germe di grano, quello trattante al miglio (ne avevo parlato già qui), e lo shampoo ristrutturante all'avena mi rendono i capelli spenti, quasi unti, e terribilmente mosci, sia che li usi diluiti, sia che li distribuisca puri.

Bene, credo di non aver dimenticato nulla di ciò che ho provato. Baci alla prossima:)